L’unità nella preghiera per vivere la comunione in Cristo sulle orme di Chiara Lubich

Autori

  • Elisabetta Scomazzon Focolarina;membro di Comunione e Diritto, una rete internazionale di giuristi nata in seno al Movimento dei Focolari.

DOI:

https://doi.org/10.30446/2611-4143.vol20n46a2018pp71-86

Parole chiave:

Preghiera, unità, Maria, comunione

Abstract

La preghiera è una dimensione fondamentale per la vita di ogni cristiano. Il rapporto con Dio è alla base di ogni azione e, per chiunque aderisca alla “spiritualità dell’unità” di Chiara Lubich, vi è una tipica via, onde trovare l’unione con Dio o incrementarla: è l’amore al prossimo. La vita di preghiera è un’espe­rienza personale e allo stesso tempo comunitaria, che richiede che si proceda insieme in un cammino di santità collettiva. La “spiritualità di comunione”, dove il fratello è la strada imprescindibile per l’unione con Dio, concentrandosi soprattutto nell’amore, ci presenta Maria il modello per eccellenza. È lei, infatti, che “suggerisce” una spiritualità comunitaria, universale, la spiritualità dell’unità, che insegna agli uomini e alle donne di oggi come essere autentici cristiani. La preghiera e lo sguardo sul mondo attraverso gli occhi di Maria spingono il cristiano oltre la dimensione intima e personale, ad intessere relazioni fraterne con tutti nella quotidianità, creando e trasformando le strutture sociali in strutture di comunione.

Downloads

Pubblicato

2018-04-06